in

YouTuber da seguire, i segreti di…Fabio Nicolini!

Abbiamo intervistato per te lo YouTuber, tra gli emergenti più interessanti del momento

youtuber da seguire

Un’intervista fiume in cui ci ha raccontato tutti i segreti del suo canale (che puoi scoprire cliccando qui): ecco Fabio Nicolini, YouTuber da seguire tra gli emergenti più interessanti del momento!

Come è nato il tuo canale e perché
Il mio canale nacque perchè è da quando ho 12 anni che desidero entrare a far parte del mondo dello spettacolo, più precisamente del cinema, ed utilizzo YouTube come palestra per aiutarmi ad imparare l’arte della regia e della sceneggiatura (siccome attualmente studio all’Università DAMS di Bologna per provare a divenire regista). Quindi nel luglio 2013 (a 15 anni) insieme ad alcuni miei grandi amici che da poco mi avevano fatto approcciare al mondo di YouTube, decidemmo di girare un semplice filmato comico montandolo con Windows Movie Maker (che uno dei miei 2 amici aveva appena imparato ad usare) giusto per passarci allegramente il pomeriggio. Visto il lavoro finito e partecipando a tutto il procedimento, scattò qualcosa in me che mi fece venire voglia di cominciare a coltivare quella mia passione per la regia, la recitazione e la sceneggiatura, e quale modo migliore per farlo se non con quello di aprire un canale YouTube (avendo appunto da poco visto quanto bello fosse ai miei occhi)? Ai tempi facevo l’aiutante animatore in un centro estivo della mia città e ciò mi permise di confrontarmi con bambini e ragazzi per farmi venire qualche idea in mente. Fu così che decisi di partire con 3 parodie di canzoni in cui però non comparivo, così da verificare se il feedback fosse abbastanza positvo oppure in caso contrario nessuno avrebbe saputo chi fossi e avrei chiuso il canale nel più totale anonimato. Quindi il 15 agosto 2013 creai il mio canale YouTube e pubblicai subito il primo video. Pochi giorni dopo il secondo ed infine il terzo. I commenti, le visualizzazioni e i Mi Piace erano sufficientemente buoni da farmi dire: “Ok, posso continuare!” E così sono giunto fino ad oggi con più 15000 iscritti e video da quasi 1 milione di visualizzazioni.

Qual è la tipologia di video che preferisci fare?

Io spazio molto tra i generi e le tipologie di video (come si può vedere dal mio canale) e a me, tra quelli che porto, piace molto produrre parodie di canzoni anche se purtroppo non sempre sono molto intonato. Un altro genere che mi piace fare sono i racconti: storie che invento io oppure che prendono spunto da un sogno o un gioco e le narro come fossi un cantastorie. Adoro molto fare ciò ma il lavoro che c’è dietro risulta spesso molto stancante.

Come nasce generalmente un tuo video?

Io ho la fissazione dell’originalità (infatti dico sempre che l’unico commento negativo che non mi potranno mai scrivere sarà: “Hai copiato lui” o cose simili) perchè per creare un video ho una settimana di tempo circa nella quale penso a una qualche idea, successivamente la formo in una struttura a video e scrivo su YouTube il titolo che voglio darle oppure delle parole chiave inerenti. Se nessuno ha mai fatto tale filmato o se é fatto in maniera così diversa da poter dire che io non lo abbia copiato allora tento (se tempisticamente ed economicamente risulta fattibile) di crearlo e successivamente pubblicarlo sul mio canale. In oltre 140 video che ho fatto, sono sempre riuscito a mantenere questo stile mirando prima di tutto all’originalità. Se facessi video di tendenza sarei a livelli di iscritti e visualizzazioni probabilmente più alti, ma dopo sarei uguale a molti altri. L’originalità non va di moda ma almeno ti permette di farti riconoscere tra il gregge.

Qual è stato il video più facile e quello più difficile da realizzare?

Il video più facile da realizzare immagino sia stato un qualche vlog in cui mi trovavo semplicemente a dover dare delle news (come ad esempio il video In Vista Dell’Esame… oppure Università, FNAF 6 e… Una Novità Inaspettata!). Mi occupava probabilmente 1 ora tra riprese e montaggio insieme. Mentre per quanto riguarda quello più difficile (ma anche più soddisfacente) me lo ricordo bene e fu Un Sogno Avventuroso – Parte 1 e 2. Sarebbero 2 video, ma avendoli pubblicato da un giorno all’altro ed essendo l’uno il continuo dell’altro, li reputo come un solo progetto. Sono stato davanti al computer dalle 9:00 alle 3:30 del giorno seguente fermandomi solo durante 1 pasto (la cena) tutto questo per circa 3 o 4 giorni. È un’esperienza che non consiglierei a nessuno ma alla fine il risultato c’è stato e mi è davvero piaciuto moltissimo.

A proposito di YouTuber da seguire, vuoi suggerircene qualcuno?

Sì assolutamente, sono tutti italiani (nonostante in molti dicano che YouTube Italia faccia schifo…io l’apprezzo invece). Qui di seguito farò l’elenco di alcuni esempi: Favij, Gabby16bit, Link4Universe, Ratorix, Bertra, Yotobi, iPantellas, I PanPers, Orion, GioPizzi, InnTale… davvero molti, chi in maniera più assidua, chi invece più di rado.

Vi è piaciuto?

41 points
Upvote Downvote

Total votes: 1

Upvotes: 1

Upvotes percentage: 100.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

film da vedere

Estate 2019, 5 film da vedere (o rivedere) sotto l’ombrellone

fai da te youtube

Passione FAI DA TE su YouTube, 5 video imperdibili