in

Fuori Onda, la webserie: intervista a Francesco Bonelli

La nostra chiacchierata con l’autore e regista della serie, che mette in scena la vita di un gruppo di dj mentre non sono in onda

fuori onda

Tre deejay, tre minuti prima di andare in onda, dicono quello che pensano veramente delle notizie che stanno per dare: è questa l’idea da cui Francesco Bonelli, regista e autore, è partito per realizzare la sua webserie Fuori Onda.

«C’è una linea ‘giallo’, ci saranno alcuni misteri da risolvere, però in chiave comica, sullo stile dei fratelli Coen – ci ha raccontato Francesco – è una sorta di giallo metropolitano, però divertente. I tre deejay con la radio guadagnano molto poco, per cui decidono di aprire una ditta di pulizie per cui la mattina fanno le pulizie negli appartamenti e la sera danno le notizie. Entriamo in una sorta di ‘giallo sociale’».

Francesco ha una lunga esperienza sia per quanto riguarda il cinema che la televisione, e una formazione classica: ha fatto per molti anni l’aiuto regista di Ettore Scola, ha scritto Caro Maestro – serie tv molto amata andata in onda nel 1996/1997 – e ha fatto diversi film prima di approdare su internet: «Mi interessa molto, penso che sia il futuro (non l’unico, ci saranno molte forme di audiovisivo) ma internet è sicuramente una frontiera da esplorare. Ti permette di sperimentare, di vedere subito le reazioni delle persone a quello che fai. Ho pensato di fare questa storia che possa essere un po’ ‘tentacolare’, che possa essere allo stesso tempo sociale e comica. Le serie tradizionali non ti permettono di prendere posizione su determinati temi, rimangono neutre. Noi invece abbiamo parlato di temi come l’immigrazione, lo stalking, la fuga dei cervelli».

Uno sguardo sull’attualità insomma ma da un altro punto di vista: «Noi giriamo a Roma, una città in cui non si trova lavoro e se lo trovi non ti pagano. Devi fare un lavoro ufficiale e poi un altro e poi un terzo. E’ l’Italia del reddito di cittadinanza, che finora non era stata raccontata».

Per supportare concretamente Fuori Onda è stato lanciato un Patreon (qui il link per partecipare), che ha anche lo scopo di aiutare concretamente i giovani autori che faticano ad emergere: «Una delle opzioni che si possono scegliere su Patreon è dedicata ai giovani autori. Mi sono detto ‘magari c’è un giovane in Italia che non ha mai visto rappresentata una sua idea con veri attori o un regista vero’. Su Patreon con un supporto di 5 euro al mese, una cifra molto bassa, può avere la garanzia che io e i miei autori scriveremo una puntata dalla sua idea. Se ha una proposta già sceneggiata gliela correggeremo o adatteremo. Ha la possibilità di rivederla insieme a noi e di vederla trasformata in un video che poi potrà mostrare. Se io avessi ricevuto questa possibilità da giovane mi ci sarei buttato subito. Emergere adesso è molto più difficile: viviamo in una situazione in cui i grandi network non sono aperti alle nuove proposte. Internet invece è una palestra importantissima per praticare la drammaturgia».

A dimostrazione della difficile situazione attuale c’è la vicenda legata al film più recente di Francesco, Radio Cortile, realizzato nel 2015 e visibile…su Amazon Prime! (lo trovi qui): «Tu fai un film, un intero lungometraggio. In Italia nessuno se lo filava. E’ stato preso da una casa di distribuzione di Los Angeles – e non una piccola – che dialoga con Amazon Prime. Per cui il mio film si trova lì. Si chiama ‘Radio Cortile’, è un film sul pettegolezzo, su come le notizie false possano o creare successo o distruggere la vita privata delle persone. Un tema importante, contemporaneo».

Curioso come sia in Radio Cortile sia in Fuori Onda torni la radio: «Io penso che alcuni mezzi storici si stiano imparentando generando dei cuccioli nuovi: la tv la senti, la radio la vedi, il film lo vedi su internet. Questa ibridazione la sento vitale, c’è qualcosa di buono in questo perché per me sono nate delle possibilità».

Ti abbiamo incuriosito? Clicca qui per iscriverti al canale fuorionda e non perderti nessuna puntata!

Vi è piaciuto?

40 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

video challenge

TOP 5 Video Challenge scelte per te

youtube norme della community

YouTube e Norme della Community, tutte le novità sugli avvertimenti